8 piatti tipici da gustare passeggiando per Istanbul: alla scoperta dello street food turco.

28 lug 2017  |   di: Ready4trips  |    commenti (0)

Oltre alle cose che si possono vedere o fare ad Istanbul siamo stati particolarmente colpiti dalle tante specialità che si possono gustare semplicemente passeggiando per strada. L'antica Costantinopoli porta con se fino ai giorni nostri una tradizione culinaria ricca e molto particolare che ci ha subito conquistati. Ecco quindi i nostri consigli su cosa mangiare ad Istanbul ed in particolare sulle specialità da strada che dovete assolutamente provare:
 

1 - BERE IL SUCCO DI MELOGRANO APPENA SPREMUTO

Troverete ovunque chioschi e venditori ambulanti pronti a prepararvi una spremuta di melograno express per la modica cifra di 1€. Noi non abbiamo saputo resistere e l’abbiamo trovata deliziosa, tanto che berne almeno un paio al giorno era diventato un rito.

Venditore ambulante di spremute di melograno fresche

Solitamente su questi carretti troverete anche le caldarroste in inverno e una specie di Brezel.
 

2 - ASSAGGIARE IL KUMPIR

Non preoccupatevi, se vi state chiedendo cos’è il Kumpir neanche noi non lo sapevamo prima di averlo assaggiato. Si tratta di una patata enorme - niente a che vedere con quelle che conosciamo - cotta alla brace e tirata fuori caldissima viene farcita con quello che si sceglie di metterci dentro: burro, formaggio, funghi, rape, olive, mais carote, cetrioli, insalata russa, piselli, yogurt, salse varie…

Il Kumpir, un piatto a base di patate alla brace farcite con verdure, formaggio e salse

Ne siamo diventati dipendenti fin da subito tanto che il nostro pranzo era sempre a base di kumpir. Potete provarlo in uno dei chioschi agli angoli delle strade, fate attenzione perchè sembrano delle piccole gelaterie, oppure nei localini tipici dove vi porteranno la lista dei possibili ingredienti da mettere dentro e una penna per segnarli prima di consegnare il foglietto al cameriere.
 

3 - PROVARE IL DÖNER KEBAB, UNA DELLE RICETTE STORICHE DELLA TURCHIA

Se vi piace il Kebab non potete perdervi quello turco, è qui infatti che nacque nel medioevo questo modo di cucinare la carne e che poi si diffuse in tutto il Mediterraneo con l’impero Ottomano.

Il famoso Döner Kebab, una delle ricette storiche della Turchia

Vi accorgerete subito che ad Istanbul il Döner Kebab è molto più di un cibo da fast-food, è una tradizione del gusto che viene tramandata da generazioni. Troverete ovunque piccoli locali e venditori ambulanti dove provarlo, noi vi consigliamo di mangiarlo nei ristorantini, più che altro per questioni igieniche.
 

4 - L’APERITIVO AL TRAMONTO IN BATTELLO SUL BOSFORO

Il Bosforo al tramonto si illumina di colori con sfumature che vanno dall’arancio al dorato. Il miglior modo per gustarselo è quello di sorseggiare un drink cullati dalle onde a bordo di uno dei battelli che potete prenotare direttamente al porto.
In genere queste imbarcazioni partono nei pressi del ponte Galata e il giro dura più o meno un’ora e mezza durante il quale potrete gustarvi la vista di entrambe le rive della città che si accendono pian piano mentre il sole cala.
Questa è sicuramente una delle cose più romantiche da fare ad Istanbul.
 

5 - SORSEGGIARE UNA BUONA TAZZA DI THE ÇAY MENTRE SI FUMA IL NARGHILÈ

Non sarà difficile trovare un localino dove si fuma il narghilé, ne troverete a centinaia. Il tabacco che di solito si mette all’interno è alla frutta e lascia un gusto piacevole in bocca e nell’aria. Per i fumatori più accaniti si possono provare anche quelli con il tabacco classico, con o senza nicotina. Qualunque sia la vostra scelta, fatelo sorseggiando un Tè Çay e il momento magico sarà completo.

Il Tè Çay è il più classico della tradizione turca, è un tè nero aromatico e forte che viene servito caldo in classici bicchierini di vetro dalla forma di tulipano. Un consiglio per non scottarsi le dita mentre si prende il bicchierino è quello di tenerlo tra indice e pollice con l’indice alla base del bicchiere e il pollice sul bordo alto.Questo tè viene solitamente offerto anche mentre si contrattano i prezzi dello shopping e rifiutarlo è segno di grande scortesia.
Ne troverete anche diverse varianti aromatizzate alla mela e al melograno e, se dopo averlo provato volete portarne a casa una piccola scorta come abbiamo fatto noi, vi consigliamo di acquistarlo nei supermercati e non nei negozietti per turisti; lo pagherete meno della metà.
 

6 - ENTRARE IN UNA PASTICCERIA E PROVARE I DOLCI TIPICI TURCHI

Una delle cose che ci ha più sorpresi è l’aver scoperto che la Turchia gode di una tradizione dolciaria millenaria. Mentre camminate per le vie della città incontrerete diverse pasticcerie con vetrine invitanti dove sono esposte le ghiottonerie più tipiche. 

Una delle tante pasticcerie che troverete per le strade di Istanbul

Il dolce più famoso è la Baklava, una sorta di millefoglie fatta di strati sottili come fogli di pasta fillo farcita con miele, zucchero e frutta secca. I nostri preferiti invece sono i Bulbul, dei cestini di pasta fillo con frutta secca (pistacchi, noci o nocciole) e miele. Provateli e fateci sapere!

I Bulbul, uno dei dolci tipici della Turchia
I Bulbul, uno dei dolci tipici della Turchia che troverete in tutte le pasticcerie. Una delizia che vi sorprenderà!


7 - PROVARE IL RAKI, IL LIQUORE NAZIONALE TURCO

Se non disprezzate i superalcolici e siete curiosi, ordinate un Raki a fine pasto. Il Raki è senza dubbio l’alcolico più famoso in Turchia, un liquore all’anice con una gradazione intorno ai 45°. Lo potrete provare liscio o con acqua e ghiaccio.
 

8 - SCALDARSI CON UN BUON SHALEP 

Il Shalep è un’antica bevanda invernale turca a base di latte bollito e farina di orchidea che viene servito caldo con una spolverata di cannella. Trova le sue origini durante l’impero Ottomano e si dice sia un ricostituente dall’effetto immediato oltre ad alzare le difese immunitarie.  

I venditori ambulanti di Saleph e il loro strano macchinario

Lo troverete praticamente ovunque, dai bar che lo servono come alternativa al famoso caffè turco, ai baracchini per strada nei luoghi più turistici dove verrete persuasi dal forte odore di cannella e dalla nuvola di vapore emessa da una specie di alambicco metallico utilizzato per scaldare il latte. Molti lo paragonano al nostro cappuccino ma vi assicuriamo che non ci somiglia nemmeno lontanamente. Anche in questo caso, se vi piace e ne volete portare un po’ a casa, lo trovate in soluzione solubile al supermercato.
 

Aggiornato il: 29 lug 2017
Presente in: Istanbul Tags:

Commenti (0)

Commenta

Commenta o fai una domanda