Prese elettriche ed adattatori: ecco un trucco per alimentare tutti i vostri dispositivi

26 lug 2017  |    di: Antonino  |    commenti (0)

Una  delle cose più importanti di cui dovete ricordarvi prima di partire è controllare quale tipo di prese elettriche troverete una volta arrivati a destinazione e procurarvi almeno un adattatore da viaggio.

La nostra esperienza ci ha portati a capire che viaggiare con uno o due adattatori spesso non è sufficiente per alimentare tutti i dispositivi elettrici.
Ci troviamo quindi davanti ad una scelta: è meglio acquistare più adattatori o caricare i dispositivi uno per volta, dovendo spesso sacrificare qualcosa?

Per anni abbiamo optato per la seconda, armandoci di un paio di adattatori e sfruttando le porte del laptop per caricare i telefoni e i dispositivi che si alimentano tramite USB ma anche con questo accrocchio non riuscivamo ad alimentare o caricare tutto.

Qualche anno fa però abbiamo avuto l’idea giusta e da qui il nostro consiglio:

Acquistate un adattatore universale, quelli che vanno bene per ogni paese, e portate con voi una multipresa elettrica, meglio ancora se ne avete una che oltre alle prese elettriche dispone di qualche entrata USB come la nostra.

In questo modo, attaccando la multipresa all’adattatore, disporrete di tutti gli slot necessari a caricare i vostri dispositivi e non avrete nemmeno bisogno di mettere tutti gli alimentatori USB per smartphone, tablet, gopro ecc... in valigia.

Noi abbiamo scelto un modello in grado di funzionare sia con voltaggi bassi come quelli americani e di altre parti del mondo, sia con voltaggi più alti come quelli Europei (vi spieghiamo sotto come capire meglio) in modo da non aver bisogno di acquistare anche un trasformatore.
Se siete interessati potete trovarla su Amazon cliccando qui.

Oltre a questi piccoli accorgimenti, noi viaggiamo sempre con una buona powerbank da 20.000 mAh con la presa per la ricarica veloce per non rischiare di restare a terra con le batterie degli smartphone e delle gopro. Anche di queste ormai ne trovate a centinaia, noi l'abbiamo acquistata su Amazon e se siete curiosi la trovate qui.

BISOGNA CONTROLLARE ANCHE IL VOLTAGGIO ELETTRICO?

Se state per partire per un paese extra-europeo, oltre al tipo di presa dovete controllare anche il voltaggio elettrico. In Europa utilizziamo una corrente a 220V mentre in molti paesi esteri (Stati Uniti compresi) utilizzano un voltaggio di 115-120V, circa la metà del nostro.

Ma non preoccupatevi, non è niente di grave e che non si possa risolvere con qualche piccolo accorgimento e soprattutto non rischierete mai che i vostri dispositivi esplodano o si rovinino.

La maggior parte dei dispositivi tecnologici, come smartphone, tablet, laptop, fotocamere e videocamere, funzionano con caricatori multitensione, infatti se trovate questa scritta “input 110 - 240v / 50 - 60Hz” sulla batteria o sull’alimentatore, il vostro apparecchio funzionerà perfettamente con voltaggi elettrici da 110V a 240V.

In caso contrario, a meno che non abbiate una multipresa elettrica come quella che vi abbiamo consigliato sopra, dovrete acquistare un trasformatore di corrente da 110v a 220v e viceversa.
Trovate anche questo su Amazon già completo di adattatore universale cliccando qui

Gli apparecchi elettrici invece, come phon, piastre, depilatori, spazzolini elettrici ecc... raramente sono multitensione e se li attaccherete ad una presa con voltaggio più basso funzioneranno a metà della potenza. Quindi se dovete asciugarvi i capelli con il phon portato da casa armatevi di pazienza!

Anche per questi quindi avrete bisogno di un trasformatore per sfruttare a pieno la potenza dell’apparecchio a meno che non abbiate una multipresa come la nostra.

Un consiglio per il phon: se proprio non riuscite a viaggiare senza mettere l’asciugacapelli in valigia vi consigliamo di acquistarne uno da viaggio, progettato appositamente per essere multitensione e che pesa sicuramente meno del phon di casa. Anche questo lo potete acquistare su Amazon cliccando qui.

Aggiornato il: 04 ago 2017
Presente in: Prepararsi al Viaggio Tags:

Commenti (0)

Commenta

Commenta o fai una domanda