Thailandia: 5 consigli utili per risparmiare ed evitare le trappole per turisti

09 mag 2018  |    di: Antonino  |    commento (1)

La vita in Thailandia per noi occidentali è decisamente economica e forse anche per questo motivo i Thailandesi provano a guadagnare qualcosina in più sui “farang” (termine che usano per definire gli stranieri) gonfiando i prezzi di qualsiasi cosa, sopratutto a chi visita la Thailandia per la prima volta.

Ecco quindi alcuni consigli per non cadere nelle "trappole per turisti" e risparmiare durante il vostro viaggio in Thailandia:

  1. Contrattare SEMPRE i prezzi
  2. Acquistare una SIM thailandese
  3. Viaggiate leggeri, la vita costa poco
  4. Sfruttate le lavanderie
  5. Evitate taxi e tuktuk che offrono viaggi gratis

1. CONTRATTARE SEMPRE IL PREZZO DI OGNI COSA

La regola numero uno è quella di contrattare sempre i prezzi.

Non mi riferisco solo allo shopping ma a tutti i frangenti in cui il prezzo non è davvero “fisso” come invece è al ristorante, al supermercato o in farmacia. Tutto il resto è quasi sempre contrattabile e il primo prezzo che vi chiedereanno sarà sicuramente gonfiato. Quindi per escursioni, transfer, tuk tuk, shopping, taxi con il tassametro spento ecc... contrattate finché non arrivate ad un prezzo “giusto”.

I Bath thailandesi

COME CAPIRE QUAL È UN PREZZO GIUSTO?

Ci sono dei piccoli accorgimenti che vi aiuteranno a non farvi gabbare sui prezzi, la prima cosa che vi consiglio è quella di non dire mai che è la vostra prima volta in Thailandia, se ve lo chiedono fate credere di essere turisti che ci tornano ogni anno da molti anni e vedrete che il prezzo di partenza da cui inizierete a contrattare sarà decisamente più ragionevole.

Quando iniziate una trattativa chiedete subito il “last price” e contrattate su quello. Non abbiate paura di rifiutare anche i prezzi più bassi facendo finta di andarvene, se possono scendere ancora sarà il negoziante a voler chiudere l’affare, al contrario avrete un termine di paragone sul reale valore di mercato di ciò che volete acquistare.

Artigianato thailandese
Contrattate SEMPRE tutto, vestiti, escursioni, taxi, artigianato... TUTTO

Infine cercate sempre di controllare il prezzo di ciò che volete acquistare in più di un posto se ne avete la possibilità, solitamente fuori dalle strade più turistiche si ottengono prezzi decisamente più convenienti.

Per farvi un esempio, una coppia di amici alla prima volta in Thailandia ha pagato un’escursione di mezza giornata in barca 3300 bath a testa (circa 85 €) perché hanno letto il prezzo sulla brochure del negozio non sapendo che la stessa escursione si può acquistare per meno di 30 €.
Non contrattare e non informarsi in più di un posto è costato loro quasi il triplo del reale valore di mercato dell'escursione!

2. ACQUISTARE UNA SIM THAILANDESE PER INTERNET E CHIAMATE

Appena atterrerete in Thailandia già all’interno dell’aeroporto vedrete diversi banchetti che vendono le sim card Thailandesi per turisti. Sono molto convenienti e con un prezzo forfettario decisamente accessibile vi permettono di restare sempre connessi. 

Uno dei banchetti che vendono le sim card thailandesi all'aeroporto di Bangkok

I tre principali operatori sono Dtac Happy, AIS e True Move, noi li abbiamo provati tutti e tre e con le prime due ci siamo trovati veramente bene.

AIS ad esempio propone per 599 bath (circa 15€) una SIM valida per 15 giorni con 6,5 gb di internet 4G, chiamate illimitate verso la Thailandia e 100 bath di credito per il resto.

Sim card thailandesi

La sim viene montata ed attivata direttamente dai commessi del banchetto e in pochi minuti si è operativi.

Tutti gli operatori non applicano sovrapprezzi per il tethering e potete quindi condividere la connessione con tutti i vostri dispositivi gratuitamente
Infine, con la nuova sim continuerete a ricevere senza problemi i messaggi e le chiamate Whatsapp o Telegram senza dover comunicare il numero thailandese ai vostri amici, queste applicazioni infatti riconoscono l’installazione della sim straniera e vi chiederanno se volete mantenere per comodità il vostro numero italiano.

3. VIAGGIATE LEGGERI, LA VITA E LO SHOPPING COSTANO POCO

La nostra prima volta in Thailandia ce la ricordiamo anche per il sovrapprezzo pagato sui bagagli al ritorno, non sapevamo che la vita e soprattutto lo shopping costassero così poco e siamo partiti con le valigie piene.

Oggi alla partenza dall'Italia viaggiamo con una valigia in due se è tanto e torniamo puntualmente con due valigie e due bagagli a mano 😄.
Il consiglio che vi do è quello di non riempire le valigie all'andata e di sfruttare lo shopping anche per le cose che userete durante il viaggio. Ad esempio un paio di infradito per la spiaggia vi costeranno 2-3€, idem per una t-shirt e anche nei supermercatini h24 i beni di prima necessità sono decisamente economici. 

I 7eleven Thailandesi
7 Eleven una delle catene di supermercatini aperti 24h su 24

Di questi piccoli negozietti ne troverete ovunque in Thailandia, i più famosi sono i 7 Eleven e i Family Mart, prendete qui acqua, bibite e snack, prodotti per l'igiene e tutte le piccole cose per tutti i giorni. Vi costerà decisamente meno dei banchetti improvvisati per strada.

QUANTO COSTA MANGIARE?

Ci sono ristoranti per tutte le tasche e le occasioni, ma se non avete particolari esigenze il costo di un pasto è più che ragionevole: un pranzo o una cena thailandese vi costerà mediamente tra i 3 e gli 7€, mentre se andrete in un ristorante italiano o internazionale spenderete 8-12€ a testa.

Seafood Pad Thai
I famosi Seafood Pad Thai, uno dei piatti più famosi - e buoni - della Thailandia

Se proprio non riuscite a rinunciare ad un piatto di pasta o ad una buona pizza sappiate che i sapori di casa qui non vi mancheranno, esistono infatti diverse aziende che importano prodotti italiani per i ristoranti e li riforniscono quotidianamente anche di salumi e formaggi freschi.

QUANTO COSTA MUOVERSI?

I trasporti sono molto economici, ad esempio un viaggio in taxi dall'aeroporto di bangkok al centro città (circa 50 minuti contando il traffico) vi costerà 12-15€. Muoversi tra una città e l'altra con i bus è una valida ed economica alternativa ai voli: il servizio è davvero ottimo e con pochi bath vi permette di viaggiare comodi e puntuali godendo degli inconfondibili paesaggi tra le campagne e le risaie dell'entroterra thailandese. La compagnia più famosa nonché una delle più affidabili è la Green Bus Thailand.

Un giro nei tipici Tuk Tuk soprattutto a Bangkok, non potete farvelo scappare, anche se è una cosa abbastanza turistica e vi costerà più di un taxi (con tassametro). 

Tuk Tuk a Bangkok
I caratteristici Tuk Tuk di Bangkok

Anche i voli aerei proposti dalle compagnie low cost locali sono convenienti se presi per tempo, ma di questo ne parleremo in uno dei prossimi articoli dove vi spiegheremo quali sono le compagnie e come prenotare.

4. SFRUTTATE LE LAVANDERIE

Non aspettatevi lavanderie automatizzate ed organizzate come quelle che ci sono in Italia, in Thailandia sono piccoli negozietti con tre lavatrici, una bilancia, un’asse da stiro e degli stendini all’esterno.

Prezzi lavanderia Phuket - Thailandia

Ne vedrete a centinaia, sono gestite per lo più da famiglie del posto e per circa 70 bath al kg (1,80€) potrete far lavare e stirare in 24h i vostri indumenti che vi riconsegneranno piegati, stirati ed impacchettati.

Sfruttare le lavanderie in Thailandia

Viaggiate leggeri quindi e lasciate in armadio quella maglietta o quel vestito in più su cui siete indecisi.
Un ultimo consiglio: fate fare il bucato prima di partire, potrete mettere il pacchetto già in valigia, occuperà meno spazio ed eviterete decine di lavatrici una volta tornati a casa.

5. EVITATE TAXI E TUK TUK CHE VI PROMETTONO UN GIRO GRATIS CON QUALCHE SOSTA 

Spesso nei posti più turistici e nelle grandi città come Bangkok vi proporranno di portarvi a fare un giro panoramico o di raggiungere la vostra destinazione gratuitamente se accettate di fare un paio di soste.

Tuk Tuk Thailandia

Sembra l’affare del secolo ma non lo è: vi fermeranno in negozietti dove cercheranno di vendervi souvenir, tessuti, artigianato a prezzi decisamente improponibili e se nel giro di un paio di soste non comprerete nulla, il vostro autista non si farà nessun problema a lasciarvi lì da soli.

E voi, ci siete mai stati in Thailandia? O state programmando la vostra prima volta nella terra del sorriso? Raccontatecelo in un commento!

Aggiornato il: 09 mag 2018
Presente in: Thailandia, Consigli in viaggio Tags:

Commento (1)

Commenta
Alessandro R. 28 maggio 2018 17.05

Mitico!!!!
Bei consigli anche per chi é abituato a viaggiare... una lavandería e comprare i vestiti li é un'idea che ho avuto anche io nel mio viaggio in Iran ed é una soluzione vincente!!!! Per quanto riguarda la SIM, non essendoci li la censura dovrebbe valere la pena... é vero che si perde un po' lo spirito del viaggio ma non ha senso rinunciare ad una comoditá a portata di mano! Grazie mille!!

Commenta o fai una domanda