Gerusalemme

Gerusalemme è una concentrazione di spiritualità, storia e diversità. È un volo a caduta libera senza ali, è un atterraggio del cuore che non vorrà più ripartire e resterà confinato lì, tra il Muro del Pianto e la Cupola della Roccia, per planare poi sul Monte degli Ulivi e scappare da chi vuole riportarlo a casa. Il mio sussurra tuttora: “Ancora un po’, ancora un attimo...”